Privacy Policy
Ristruttura casa sostituzione caldaia, condizionatori, piano casa , impianti solari, fotovolatici, energie rinnovabili

Pulizia della canna fumaria camino

La pulizia della canna fumaria camino va fatta per non bruciare la casa perchè produce risultati come quello descritto in questo articolo :

 

BAGNOLI. Un furioso incendio ha distrutto una villetta in pieno centro ieri sera, mentre i proprietari erano fuori casa. Il rogo si è sviluppato con tutta probabilità a causa di una ostruzione della canna fumaria della stufa a legna e, nel giro di pochi minuti, ha aggredito e devastato buona parte dell’abitazione. È successo verso le 19.30 in piazza Mazzini, nell’abitazione di Giuseppe Violato, sul retro del mobilificio Turin. In casa non c’era nessuno, quando le fiamme hanno invaso l’abitazione. I proprietari erano usciti per fare la spesa e pare abbiano lasciato la stufa a legna accesa in cucina. Probabilmente un’ostruzione della canna fumaria è all’origine dell’incendio, che si è propagato velocemente alle altre stanze. Tempestivo l’intervento dei vigili del fuoco di Piove di Sacco, che hanno lavorato per tutta la sera, fino a tarda ora, prima per spegnere il rogo e, in seguito, per mettere in sicurezza l’edificio che al momento risulta però inagibile.

La villetta della famiglia Violato è una casa indipendente, sviluppata su due piani. Al pianoterra ci sono il garage e altri spazi di servizio, al primo l’abitazione vera e propria. L’incendio si è sviluppato nella cucina, che peraltro pare fosse stata rifatta di recente, e ha aggredito anche due stanze da letto, intaccando perfino una parte del tetto. Molti dei residenti in centro e dei passanti si sono fermati nella piazza tra villa Widmann e la chiesa, da dove era ben visibile parte della casa che continuava a bruciare sollevando un’alta colonna di fumo. «Sembrava che non smettesse mai di ardere», racconta uno dei numerosi testimoni, «dalle finestre vedevamo uscire fuoco e fumo a volontà. È successo tutto all’improvviso, per fortuna nessuno si è fatto del male».

A pochi metri dalla villetta, ci sono diverse abitazioni, ma nessuna è rimasta coinvolta nell’incendio. Verso le 21 i vigili del fuoco sono riusciti ad avere la meglio sulle fiamme e ad evitare che crollasse il tetto dell’abitazione e che il rogo si sviluppasse nel resto dell’edificio. Intanto i proprietari hanno assistito disperati e impotenti alle operazioni di spegnimento, chiedendo quando potevano entrare per prendere almeno qualche effetto personale e mettere in salvo qualcosa.

Dopo aver messo in sicurezza l’edificio, i vigili del fuoco hanno accompagnato in casa per pochi istanti la signora, con giacca ed elmetto in testa, probabilmente per recuperare qualcosa per trascorrere la notte fuori casa. Sul posto i carabinieri di Bagnoli e della compagnia di Abano. Anche il sindaco Mario Rasi è stato fra i testimoni dell’incendio che ha spaventato l’intero paese.

tratto da ” Il mattino di Padova “

 
Comments